FANDOM


La funivia che parte da Malga Ciapéla si inerpica lungo il fianco della montagna; al cambio di stazione si comincia a capire che si arriva davvero in alto.

E in effetti stiamo salendo lungo la Marmolada, 3343m., la Regina delle Dolomiti.

Giunti alla stazione Serauta (2950m.) si può visitare il Museo della Grande Guerra, il più alto d'Europa. Il sito è pieno di buona volontà, ma molto semplice. Come il museo.

Guardare le divise sdrucite e gli elmetti sforacchiati fa un effetto completamente diverso quando sbirciando fuori della finestra si intravedono pietraie e crepacci lungo il ghiacciaio: riesce molto più facile immaginare ragazzi di diciannove anni incrodati su questo gobbone gelido e nebbioso a tentare di spararsi a vicenda, ma talvolta soprattutto a cercare di sopravvivere alla montagna.

E infatti il museo non celebra le gesta eroiche degli italiani, ma ricorda i sacrifici di italiani ed austriaci, questi ultimi rintanati nella "Città di Ghiaccio" progettata dall'ingegner Haendel e scavata nelle profondità del ghiacciaio.

Uscendo si può poi percorrere alcune installazioni e camminamenti scavati nella roccia nel corso dei tanti mesi di guardie senza vedere niente, senza capire niente.

Altro che le bombe intelligenti.



Ritorna all'elenco degli argomenti